Albo d'Oro

EdizioneAnnoPartecipantiVincitore
1959 46 Paoli (Italia)
1960 65 Porreca (Italia)
1961 64 Baretic (Jugoslavia)
1962 88 Baretic (Jugoslavia)
1963 117 Todorcevic (Jugoslavia)
1964 96 Bhend (Svizzera)
1965 127 Forintos (Ungheria)
1966 118 Matulovic (Jugoslavia)
1967 110 Ivkov (Jugoslavia)
10ª 1968 134 Forintos (Ungheria) e Parma (Jugoslavia)
11ª 1969 144 Ostojic (Jugoslavia)
12ª 1970 176 Sahovic, Ugrinovic e Mrsa (Jugoslavia) e Schurr (Germania)
13ª 1971 190 Cappello e Cosulich (Italia)
14ª 1972 200 Bjelajac (Jugoslavia)
15ª 1973 262 Mariotti (Italia)
16ª 1974 250 Joksic (Jugoslavia)
17ª 1975 270 Jager (Germania) e Cosulich (Italia)
18ª 1976 262 Albano (Italia)
19ª 1977 170 Passerotti (Italia)
20ª 1978 178 Engel (Germania)
21ª 1979 154 Vujovic (Jugoslavia)
22ª 1980 172 Bruno (Italia)
23ª 1981 178 Vujovic (Jugoslavia), Bruno (Italia) e Karl (Svizzera)
24ª 1982 186 Moulin (Belgio)
25ª 1983 222 Hort (Cecoslovacchia) e Campos (Cile)
26ª 1984 210 Hjorth (Australia) e Franco (Perù)
27ª 1985 202 Sax (Ungheria), Mrdja e Hresch (Jugoslavia)
28ª 1986 232 Todorovic (Jugoslavia) e Bellini (Italia)
29ª 1987 200 Mrdja e Aleksic (Jugoslavia)
30ª 1988 210 Cvitan (Jugoslavia) e Sarno (Italia)
31ª 1989 172 Tiviakov e Oll (URSS) e Yermolinski (USA)
32ª 1990 168 Horstman (Germania)
33ª 1991 170 Tiviakov (Russia) e Psakhis (Israele)
34ª 1992 198 Tiviakov (Russia)
35ª 1993 164 Tiviakov (Russia)
36ª 1994 196 Tiviakov (Russia)
37ª 1995 214 Mokry (Rep. Ceca)
38ª 1996 216 Sarno e Arlandi (Italia) e Zlochevskij (Russia)
39ª 1997 180 Biolek (Rep. Ceca) e Nurkic (Bosnia)
40ª 1998 168 Nijboer (Olanda), Jirovsky M. (Rep. Ceca), Collas (Francia), Mitkov (Macedonia), Arlandi (Italia) e De Wachter (Belgio)
41ª 1999 143 Sulava (Croazia) e Babula (Rep. Ceca)
42ª 2000 152 Gross S. (Rep. Ceca)
43ª 2001 188 Chatalbashev (Bulgaria) e Likavsky (Slovacchia)
44ª 2002 191 Jirovsky M. e Jurek (Rep. Ceca), Isonzo (Italia), Sulava (Croazia) e Delchev (Bulgaria)
45ª 2003 164 Miladinovic I. (Grecia)
46ª 2004 140 Likavsky (Slovacchia) e Korneev (Russia)
47ª 2005 162 Ermenkov (Palestina), Simacek (Rep. Ceca), Arlandi (Italia) e Dunis (Francia)
48ª 2006 136 Sulava (Croazia) e Biolek (Rep. Ceca)
49ª 2007 143 Sulava (Croazia)
50ª 2008 185 Movsziszian (Armenia)
51ª 2009 160 Movsziszian (Armenia) e Salvador R. (Filippine)
52ª 2010 152 Mirzoev (Azerbaigian)
53ª 2011 163 Svetushkin (Moldavia)
54ª 2012 130 Panchanathan (India)
55ª 2013 127 Jirovsky M. (Rep. Ceca)
56ª 2014 124 Pacher (Slovacchia)
57ª 2015 80 Naumkin (Russia)
58ª 2016 94 Lazic (Serbia)

 

Partecipanti al Festival Scacchistico Internazionale di Imperia

 

Vincitori del Festival Scacchistico Internazionale di Imperia per Nazione

 

Plurivincitori del Festival Scacchistico Internazionale di Imperia

Libro "I 50 anni del Festival Internazionale Scacchistico di Imperia"

Libro "I 50 anni del Festival Internazionale Scacchistico di Imperia"Il festival scacchistico internazionale di Imperia nacque nel lontano 1959 come una scommessa turistico-scacchistica, voluta dall'allora presidente Bruno Viano, giornalista sempre attento a tutto ciò che potesse apportare beneficio ala città.
L'iniziativa fu incoraggiata dal M° Giovanni Ferrantes, mitico direttore de L'Italia Scacchistica, che si offrì di arbitrare la manifestazione. All'epoca i tornei di scacchi in Italia si contavano a malapena sulle dita di una mano e Ferrantes fornì pure il necessario supporto tecnico.
Man mano che passavano gli anni, il festival imperiese divenne sempre più popolare e vi approdarono prestigiosi Grandi Maestri. La straordinario continuità, che è giunta, nel 2008, alla 50° edizione, fa del festival di Imperia una manifestazione scacchistica open da record mondiale, con cifre impressionanti, costituite da quasi 8500 partecipanti ed oltre 73000 partite giocate.
L'autore Antonino Faraci, che ha vissuto tutte le edizioni, giocando in 48 di esse tra cui la prima (record mondiale di fedeltà allo stesso torneo), ha inteso celebrare in questo volume i 50 anni del festival, commentando ogni edizione sotto forma di diario personalizzato, arricchito da aneddoti curiosi e divertenti. Le classifiche sono, ove possibile, complete e la selezione di partite ne annovera 300, utili anche a far comprendere al lettor l'evoluzione della teoria scacchistica avvenuta nel corso di mezzo secolo.
Vi è poi una ricca galleria fotografica, nella quale si riconoscono importanti figure di scacchisti italiani e stranieri, molti dei quali protagonisti di un'epoca suggestiva che non c'è più. Segue un'appendice sorprendente, nella quale si possono trovare avvenimenti e personaggi che hanno caratterizzato la lunga vita del festival.